''L'uomo ideale...''

Ho sempre pensato di aver sbagliato professione, da piccola dovevo fare il chimico: avrei trovato subito e senza perdere tempo l'Uomo ideale, visto che si sottolinea che è sempre questione di chimica! Bene, ma, questa volta, senza chimica, senza fate e senza riti propiziatori, signore e signori ho trovato il mio uomo ideale: bellissimo come la mattina di Natale, dall'iride blu da perdersi anche se dotata di bussola, voce profonda e piena, corpo da guardare e guardare e riguardare.

Lui che ricorda a me gli anniversari ed i compleanni, bravissimo in cucina, come in ogni altro ambiente domestico!!! Sa quello che voglio prima ancora che io lo pensi. Forte, deciso in tutto, sempre al mio fianco, sempre presente, sempre fiero di avermi come donna, femmina, amica e complice. Generoso di parole, serio con il cuore ancora più serio con la mente. Il primo ad applaudire alle mie vittorie lavorative, l'ultimo a rimanere nella mia stanza di ospedale. Il primo a rinunciare ai suoi sogni per dar vita ai miei. Mai risparmiatore di energia, ma generosa spugna per tutti i miei momenti no, anzi stupendo!!! Fiero di camminare sottobraccio a me, premuroso nel comprarmi due fantasmini se le mie scarpe da 5 euro quando si inzuppano d'acqua.
Confessore dei miei dubbi e custode nei miei errori, ma senza puntarmi mai il dito contro. Dall'animo nobile tanto da venire con me allo stadio e chiedermi chi sono quelli che ogni tanto alzano una mezza bandierina. Mi urla che sono bella e speciale anche quando ho il viso pieno di brufoli per la troppa panna e nutella, mi canta "Tu si na cosa grande pe me" pur non sapendo neanche una parola del testo, mi dice che mi ama mentre stanno passando per strada due gnocche da rivista platinata...solo che ad un certo punto inizio a sentire un forte odore acre di alcool etilico, vocio sparso di gente in maniera confusionario....

Sento una voce che mi dice: "Signorina, signorina ha sbattuto tremendamente la testa cadendo dalla bici!! Come sta ora???

Ed io piangendo per la rabbia e non per il dolore rispondo: "Male, molto male, anzi malissimo perche' ho perso per sempre l'uomo della vita mia!!!”
E lui: "l'uomo giusto della tua vita non potrà mai essere il tuo ologramma, l'uomo della tua vita sarà' quello che avrà solo il coraggio di dire sempre: insieme siamo una macchina da guerra perfetta".

 

Le gocce di Sciascià

Condividi