I pensieri di Mya: “La causa della continua sofferenza in un rapporto è l'assenza d'amore”

“Il consiglio che ho ricevuto e che mi ha dato più fastidio ultimamente?

“Rileggiti il tuo libro”

  Il consiglio che mi è stato più utile ultimamente?

“Rileggiti il tuo libro”

Non basta vivere determinate esperienze, non è sufficiente superare le difficoltà.

Se fosse così semplice, saremmo tutti maestri di vita.

La parte più difficile è riuscire ad imparare da ciò che di negativo ci succede.

Se è fondamentale riconoscere i segnali di atteggiamenti che ci hanno lasciato cicatrici sulla pelle, è altrettanto vitale avere la consapevolezza e la forza di allontanarsene.

Focalizzare l'attenzione sul proprio sentire è un atto che dobbiamo a noi stessi.

Se ci diciamo capaci di sapere cosa vogliamo, dobbiamo anche essere consapevoli di cosa non vogliamo.

Quando ami una persona, quello che più vuoi è vederla stare bene.

Questa è una legge universale, non c'è alcuna possibilità di aggirarla, nasconderla o piegarla a proprio piacimento.

Il segreto che in tanti dimenticano è che questa legge è a doppio senso.

Siamo così bravi a trovare scusanti per atteggiamenti che subiamo e che ci fanno stare male.

Riusciamo a giustificare così tanti comportamenti in nome di che cosa?

Dell'amore mi direte voi?...

Ma siete certi che sia proprio così?

Contesta ogni decisione che prendo.

“Ma si poverino è stressato”

Trova ogni scusa per stare fuori casa

“Ma si poverino ha bisogno dei suoi spazi”

Mi ha detto che non mi ama più

“Devo cambiare qualcosa in me affinché lui torni ad amarmi”

Qualsiasi gesto io faccia nei suoi confronti, avrei sempre potuto farlo meglio.

“Beh in effetti dai potevo metterci più impegno”

Mentre io mi divido tra lavoro, casa e figli, lui tutto intero deve pensare al suo star bene.

“Posso arrangiarmi, non c'è problema io ce la faccio anche da sola, poverino lui è nervoso, ha bisogno di sfogarsi”

Si comporta come se star vicino a me a ai figli fosse un favore che ci concede.

“Ma sì, forse esagero io, che lo vorrei accanto”

Dov'è l'amore in tutto questo?

Se diciamo di sapere cosa sia l'amore, dobbiamo anche riconoscere cosa non è.

L'amore non ci lascia soli.

L'amore non ci fa sentire sbagliati.

L'amore non dice io non ti amo più.

Nella coppia ci devono essere due persone che si amano, che si sostengono, che discutono e che insieme trovano soluzioni.

Amore non è assenza di problemi, ma volontà e rispetto nell'affrontarli insieme.

Amore è aspettarsi, capirsi, volersi accanto.

In presenza di un livido siamo più inclini a riconoscere un comportamento sbagliato (e dico inclini perché troppo spesso giustifichiamo anche quello e lo dico perché l'ho fatto anche io), facciamo ancora più fatica quando non c'è la fisicità di un maltrattamento.

Ho sentito pronunciare frasi del tipo.

“Vabbè dai ma non è che mi alza le mani”

Credo che prima di tutto dobbiamo amare noi stessi, tanto da accorgerci che quello per il quale sopportiamo, ci annulliamo, stiamo male, può essere tante cose ma non è amore.

L'amore non spegne.

L'amore accende.

L'amore non mortifica.

L'amore esalta.

La causa della continua sofferenza in un rapporto è l'assenza d'amore”.

 

Lei è Mya.

 

Articolo a cura di Lucia Ottavi

 

I PENSIERI DI MYA: “COSA FAREI SE NON AVESSI PAURA?”

 

Condividi