Gateau di patate

Il gateau di patate è uno di quei piatti che, in qualunque versione, non smetterei mai di mangiare .... sarà che mi ricorda una zia che faceva la cuoca in una bellissima villa che da Fiesole si affacciava su Firenze. In realtà, il gateau non me lo ha mai cucinato, ma il suo profumo mi fa pensare a quello che aleggiava in quella enorme infinita cucina piena di pentole e fornelli.

Questa la mia versione che, come dico sempre, siccome non dobbiamo vincere Master Chef, può essere cambiata e personalizzata in mille modi, ad esempio sostituendo la provola, se non l’avete in casa, con altro formaggio a pasta filante, usando solo salame e via di seguito. La cucina dogmatica la lasciamo agli Chef, noi sperimentiamo e facciamo con quel che c’è…

Un notevole pregio di questo piatto, per noi donne che abbiamo sempre mille cose da fare, è che può essere preparato il giorno prima, anzi viene pure meglio….

 

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

1 kg di patate a pasta gialla (io lo faccio anche con le bianche)

2 uova

60 gr di grana o parmigiano

60 gr di latte

220 gr di provola (se la grattugiate a scaglie come il grana il gateau viene meno compatto, se la tagliate a dadini come il prosciutto filerà al taglio, ottime entrambe, più ortodossa la seconda modalità)

150 gr prosciutto cotto tagliato a dadini

50 gr di salamino dolce morbido sempre tagliato a dadini

sale, pepe, burro pangrattato

PREPARAZIONE:

Lessate le patate (di solito io le cuocio a vapore in pentola a pressione), lasciatele intiepidire e schiacciatele in una ciotola capiente, aggiungete le uova, poi il grana, il latte e regolate di sale e pepe (non usate il mixer!)

Unite poi la provola, il prosciutto cotto e il salamino e mescolate in modo uniforme.

Imburrate una teglia da forno e ricopritela di pangrattato eliminando quello in eccesso, e riempitela con il composto, livellandolo.

Cospargertela con abbondante pangrattato mescolato al parmigiano e fiocchi di burro e cuocetela per 50 minuti in forno a 180 gradi e poi, dopo aver aggiunto, se necessario, ancora qualche fiocco di burro, 10 minuti grill..... E il piatto è servito!

Articolo a cura di Donatella Vivoli

 

Condividi